La sicurezza che va oltre

Raffinatezza e agio contraddistinguono il progetto di messa in sicurezza di una villa d’epoca in Franciacorta. Un complesso intervento di impiantistica integrata, tra i vincitori dell’edizione 2010 del premio H d’Oro.

Lo scorso 26 novembre, a Venezia, si è svolta la premiazione dei vincitori dell'edizione 2010 del Premio H d'Oro, il concorso indetto dalla Fondazione Enzo Hruby per valorizzare la professionalità degli installatori.
Tra i premiati per la categoria Residenziale, l’azienda IPS Impianti di Corte Franca, in provincia di Brescia, autrice di un progetto mirato alla fusione tra le esigenze di sicurezza e automazione di una protezione “importante” con l’attenzione all’estetica e alla facilità di utilizzo.
Oggetto dell’intervento, che ha visto l’impiego di venti tecnici per circa tre anni, una villa d’epoca in Franciacorta, messa in sicurezza con un’operazione in grande stile, che ha riguardato anche il parco, la piscina panoramica e il percorso salutistico.
Il sistema installato integra gli impianti elettrici, di illuminazione, di automazione domestica, antifurto e antintrusione, di videosorveglianza, telefonia e cablaggio strutturato, in modo che ogni tipo di automatismo e protezione sia facilmente verificabile, visibile e attivabile anche a distanza.
La difficoltà principale che si è presentata alla ditta installatrice ha riguardato, anzitutto, la coordinazione di tutti i collaboratori, che hanno lavorato in stretta sinergia.
Inoltre, considerando le particolari dimensioni dell’opera, si è reso necessario uno sforzo non indifferente per lo studio e la progettazione dei sistemi, sempre tenendo presenti le necessità del committente e degli altri operatori

Antintrusione invisibile
Tutti i sistemi sono stati progettati per essere interfacciati tra loro, in modo da consentire alle persone presenti all’interno dell’abitazione di soggiornarvi in completa comodità e sicurezza.
a tutela degli spazi esterni è stata assicurata dall’inserimento di un anello di protezione invisibile nel sottosuolo, corrispondente alle aree con superficie a prato situate in prossimità del perimetro esterno della proprietà.
Inoltre, a difesa dell’intera recinzione è stato installato un sistema di difesa di tipo perimetrale, perfettamente integrato nell’ambiente, che consente di rilevare eventuali tentativi di arrampicamento, sfondamento e taglio della rete e della recinzione metallica rigida presenti.
Sempre nel sottosuolo, in prossimità degli accessi all’abitazione è stato inserito un apparato invisibile per la sicurezza delle terrazze e di tutte le aree pavimentate.
A completamento dell’impianto antintrusione, infine, sono stati installati punti di contatto magnetico per la rilevazione dell’apertura di ogni singolo serramento perimetrale, integrati, dove necessario, da rivelatori volumetrici interni.

Telecamere interne ed esterne
Al sistema di rivelazione furto si integra l’impianto di videosorveglianza, dislocato all’interno dell’abitazione e nelle aree esterne.
Sono presenti telecamere fisse, minidome fisse e telecamere integrate in sensori, per una visione statica dei principali ambienti interni.
Nelle aree esterne sono stati installati sistemi di ripresa con brandeggio e modulo telecamera Day&Night compreso, in grado di ruotare a 360° sull’asse orizzontale e da +33° a -83° in verticale.
Tramite il telecomando che aziona il cancello carraio di ingresso, il sistema di rivelazione furto non soltanto disabilita automaticamente e temporaneamente l’area interessata a ogni accesso e uscita del cliente, ma il cliente stesso è “accompagnato” virtualmente dall’operatore della società di vigilanza, il quale segue dalla centrale operativa le immagini riprese dalle telecamere brandeggiate.
La gestione dell’impianto antifurto è affidata a una centrale modulare a microprocessore, organizzata in aree distinte, per un migliore governo e controllo sia da parte del committente che dal personale di assistenza tecnica.
La suddivisione del sistema in aree permette, infatti, al cliente di parzializzare in modo rapido l’attivazione degli impianti, soggiornando in tutta tranquillità all’interno della proprietà.
Per quanto concerne il sistema video, sono presenti due server di archiviazione digitale con hard disk da 1Tb che consentono la visione, la registrazione, l’esportazione e la trasmissione delle immagini salvate.
I sistemi, infine, permettono a molteplici utenti, mediante password di accesso a vari livelli, la gestione delle immagini catturate dalle telecamere interne ed esterne.

Comandi dislocati e personalizzati
A garanzia del massimo comfort di utilizzo, l’impianto di home automation si interfaccia con il cliente attraverso appositi schermi touch screen a parete, dislocati in più punti, interni ed esterni all’abitazione.
Da questi monitor è possibile comandare qualsiasi componente e visualizzare in tempo reale la condizione di funzionamento regolare - o di anomalia - dei sistemi elettrici, idraulici e di sicurezza.
Il sistema di rivelazione furto è, poi, integrato da un apparato di controllo accessi, in grado di riconoscere ciascun utente grazie a lettori biometrico-termici posti in prossimità del cancello carraio di ingresso, dell’accesso autorimessa e dell’ingresso dell’abitazione.
Anche il sistema di telefonia e cablaggio strutturato consente la gestione dell’apertura del cancello di ingresso mediante telefoni cordless dect, distribuiti a servizio dell’abitazione.
È stata, inoltre, creata una rete wireless LAN, che copre non solo la casa ma anche gli spazi esterni, relativi alla piscina panoramica e al percorso salute presente nel parco.
Questa raffinatezza tecnologica permette all’utente di connettersi ai sistemi di home automation con qualsiasi dispositivo informatico e da svariate postazioni, interne ed esterne.

Funzionalità ed estetica
Nonostante l’elevata complessità di progettazione e di realizzazione, tutti gli apparati si presentano al committente in modo tale da rendere l’utilizzo quotidiano semplice e intuitivo.
Il sistema di automazione domestica, in particolare, semplifica notevolmente la gestione di tutti gli impianti da un solo punto di comando.
Considerando il particolare contesto pregiato in cui si è dovuto operare era, poi, di fondamentale importanza il connubio tra funzionalità e attenzione all’estetica.
Oltre all’inserimento dei sensori esterni nel sottosuolo, infatti, per la motorizzazione delle ante sono stati installati specifici sistemi a scomparsa.
Gli apparati di telefonia, cablaggio strutturato e connessione Internet, infine, sono completamente senza fili e, quindi, senza vincoli di utilizzo per il cliente da qualsiasi punto della proprietà.
Il committente si è dichiarato molto soddisfatto dei risultati ottenuti, in quanto il progetto ha soddisfatto tutte le sue esigenze, proponendo soluzioni innovative, esteticamente apprezzabili e di grande semplicità di utilizzo.

Pubblica i tuoi commenti