Investimenti continui, R&D e strategie di innovazione – Intervista a Baldovino Ruggieri, a.d. Inim

Inim
La sede di Inim Electronics

Investimenti, ricerca e sviluppo, strategie di innovazione: questi i cardini della mission 2019 di Inim Electronics che, attraverso la voce dell’a.d. Baldovino Ruggieri, dopo un 2018 di soddisfazioni, punta a grandi anteprime e novità per l’anno appena iniziato

Cosa significa oggi operare nel mercato della sicurezza? Come si è evoluto il settore? Quali le strategie e i nuovi asset aziendali in campo per competere in un settore ad alto tasso di innovazione?

Inim
Baldovino Ruggieri, amministratore delegato di Inim Electronics

A queste domande ha risposto Baldovino Ruggieri, amministratore delegato di Inim Electronics Srl, con quartier generale in Località Centobuchi a Monteprandone, in provincia di Ascoli Piceno. «Inim è nata nel 2005 da un’idea imprenditoriale improntata all’innovazione e all’italianità. I fondatori, tra i quali mi onoro di essere, avevano già maturato una consolidata - o, meglio, ventennale - esperienza nel settore della sicurezza», spiega Ruggieri.

Quale la mission iniziale e come l’azienda ha saputo interpretare i cambiamenti del mercato?

«Sin dagli esordi, Inim si è distinta per una spiccata vocazione multitematica: non solo antintrusione, dunque, ma anche automazione e rivelazione incendio. Ma negli anni i nostri ambiti operativi si sono ulteriormente allargati abbracciando la domotica, la rivelazione gas, l’illuminazione di emergenza, la video verifica, con l’obiettivo di diventare per i nostri partner un punto di riferimento a tutto tondo per le loro esigenze di sicurezza».

Quale il target principale?

«Inim si è sempre rivolta a utenze professionali, ossia a quelle aziende che fanno della sicurezza la loro vocazione principale. Si tratta, infatti, di realtà dove troviamo professionisti ai quali non basta una “bozza” di sicurezza e che, di contro, necessitano di soluzioni all’avanguardia per soddisfare i loro clienti».

Inim
Centrale antintrusione Prime 2.0 di Inim Electronics
Come nascono i prodotti Inim?

«I nostri prodotti nascono proprio dalle esigenze dei nostri clienti. Ma costantemente il nostro sguardo è attento e proiettato alle evoluzioni tecnologiche e all’analisi del nostro mercato di riferimento come di quelli “attigui”. Da qui, infatti, prendono vita nuovi spunti e progetti che, a loro volta, diventeranno prodotti e servizi Inim. Tutto questo grazie a una filiera interna che, appunto, parte dall’idea, passa per la progettazione e arriva alla produzione».

Quale la “ricetta segreta”?

«Investiamo cifre cospicue in progettazione realizzando “in-house” la totalità dei nostri progetti. Uno staff che oramai sfiora le 40 unità si occupa della progettazione della meccanica, dell’hardware, del firmware, del software, delle nostre app, del nostro Cloud e di tutto quanto concorre a trasformare un’idea in un prodotto o servizio. Questa politica ci ha premiato e continua a premiarci». 

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

Sei abbonato a Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome