Cyber security, occupazione in crescita nel Nord e Nordest

Manuel Cacitti Securbee

Furti di dati, spionaggio e ransomware: aumentano i rischi per imprese e cittadini. E c’è la corsa ad adeguarsi al regolamento europeo sulla privacy (GDPR). La società udinese Securbee ricerca professionisti in campo IT e nel diritto per affermarsi in un mercato che in Italia è cresciuto del 12% in un anno

In Italia il cyber crimine è arrivato a causare danni per 10 miliardi di euro l’anno (Rapporto Clusit 2018) e gli investimenti in sicurezza informatica stanno crescendo a doppia cifra (+12% nel 2017, secondo l’Osservatorio Information Security e Privacy del Politecnico di Milano). Di conseguenza, crescono anche le opportunità di lavoro nel settore, perché il mercato richiede nuove figure e nuove professionalità. Ossia, “Esperti di cyber security e diritto che aiutino le aziende a proteggersi dagli attacchi informatici, individuando i rischi, adottando le giuste reti di protezione  e tenendosi al passo con le novità tecnologiche e le normative sempre più stringenti, come per esempio il nuovo GDPR, il regolamento UE sulla privacy che da fine maggio impone alle aziende di conformarsi a nuovi standard per la tutela dei dati”. Parola di Manuel Cacitti, consulente strategico fra i maggiori esperti italiani del settore nonché fondatore e Ceo di Securbee, società di Udine che si occupa di servizi di sicurezza informatica e che per il 2018 è alla ricerca di tre nuovi specialisti da inserire nel proprio team.

Nello specifico, Securbee ricerca una figura junior, neolaureata in Giurisprudenza con passione o attitudine per le tematiche legate a informatica, privacy e sicurezza, e due figure senior specializzate nell’information security, preferibilmente con un background da responsabile IT o all’interno di reparti IT aziendali.

Per informazioni o candidature: info@securbee.com

 

Pubblica i tuoi commenti