VulTech Security – Crescere a due cifre sempre più vicini ai professionisti

Quella di VulTech Security è una case history sui generis. Ed ecco la storia di un giovane brand italiano che compete con i colossi del settore puntando sui propri valori: alta tecnologia, servizi, una politica commerciale trasparente, una rete in continua espansione. Il Sales Manager Luigi Nevano fa il bilancio di questi primi tre anni sul mercato

La tecnologia oggi è a disposizione di tutti. «Ma è il modo in cui essa viene proposta ed erogata che fa la differenza. Ed è proprio questo dettaglio che ci ha permesso di affiancarci ai colossi del settore sicurezza, conquistando la nostra fetta di mercato. Un mercato che, oltre tutto, per noi è in netta espansione». Così Luigi Nevano, Sales Manager di VulTech Security, introduce un quadro di sintesi molto positivo per il giovane brand “orgogliosamente” italiano. Ultimo nato di casa VulTech, azienda fondata nel 2010 da Giuliano Russo, il marchio ha fatto il suo ingresso nel comparto Security nel 2015.

Tracciamo un bilancio dei primi tre anni di VulTech Security?

«Complice sicuramente la “nostra” giovane età, ma anche e soprattutto la nostra capacità di progettare e realizzare apparecchiature in grado di raccogliere tutta la tecnologia disponibile sul mercato, stiamo compiendo un percorso di crescita naturale con incrementi a doppia cifra. Ogni anno vediamo quasi un raddoppio dei risultati rispetto al precedente: un dato, dunque, molto rassicurante ma che reputiamo fisiologico, considerandoci ancora in una fase di start-up».

Quale la strategia operativa?

«Quella che stiamo percorrendo è una strada in continuo consolidamento, lungo la quale si collocano due imprescindibili punti fermi: ricerca dell’innovazione e strategie per l’ampliamento della rete distributiva. Fino a oggi abbiamo lavorato su un processo che possiamo chiamare di “nazionalizzazione”: siamo partiti dal Centro Sud italiano, facendoci conoscere in Sicilia, Puglia, Calabria, Molise. Partecipiamo attivamente alle principali fiere di settore tra cui Sicurezza a Milano, Smart Building Levante a Bari, Expo Security a Pescara, che per noi sono un importante strumento di contatto e veicolo di opportunità per conoscere e, poi, rincontrare distributori, che altrimenti sarebbe difficile acquisire. Anche grazie a queste attività ora abbiamo numerosi clienti anche nel Nord Italia, dove continuiamo l’implementazione della nostra rete distributiva, cardine indispensabile della nostra attività. Ma già a partire da questo 2019 possiamo guardare ancora oltre».

Pronti, dunque, a varcare i confini nazionali?

«Ebbene, i presupposti per aprire anche all’estero ci sono tutti: è per noi, infatti, giunto il tempo di internazionalizzare, senza dimenticare che - non a caso - i nostri manuali, come i nostri data sheet, sono tradotti in tre lingue. E, nella prospettiva di implementare in futuro anche la nostra mappa estera, il primo importante passo sarà sicuramente l’approdo sul continente europeo il prima possibile». 

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

Sei abbonato a Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome