Specializzazione, apertura, partnership di eccellenza

Circa 3.000 clienti in tutta Italia, brand di prestigio, sette Cash & Carry sul territorio, oltre 5.000 mq di magazzino a Torino, Milano, Faenza, Roma, Prato, Vicenza e Napoli. Antonio Cordisco, Responsabile Divisione Security di Compass Distribution, ci “racconta” il dealer del momento.

 

Paola Cozzi
Resposabile Rivista Sicurezza
Gruppo Il Sole 24 Ore

Chi è Compass Distribution?
E’ un Value Added Dealer nato ufficialmente all'inizio del 2012 da un progetto molto ambizioso e divenuto, nel corso di poco più di un anno, un punto di riferimento, una “bussola” - “compass”, in inglese - per tutti gli operatori di canale che desiderano cogliere nuove opportunità di business, posizionandosi come fornitore unico in segmenti ormai convergenti - networking, sicurezza e mondo delle telecomunicazioni - tradizionali, wireless e IP. Assorbendo l’esperienza e la capillarità di Agencavi Networking, arricchendo l'offerta con una serie di brand di primaria importanza - Allied Telesys, Cambium Networks, Panduit, Jabra, Ruckus, Samsung Techwin, Snom e Patton, solo per citarne alcuni - tutti selezionati con una logica di complementarietà, e ampliando la propria presenza sul territorio nazionale con l'apertura delle nuove filiali di Milano e Faenza, Compass Distribution ha saputo diventare in pochi mesi un punto saldo per installatori, rivenditori e integratori di sistemi attivi nei settori IT, security e telecomunicazioni.

Come è strutturata l'azienda al suo interno e come è presente sul territorio?
Per garantire massimi livelli di efficienza e di flessibilità, Compass Distribution ha scelto di puntare sulla specializzazione, creando tre Business Unit dedicate rispettivamente al networking, alla sicurezza e alle telecomunicazioni, con un occhio di riguardo ai trend emergenti quali le tecnologie Voice over IP e wireless. La presenza sul territorio prevede sette Cash & Carry e oltre 5.000 mq di magazzino a Torino, Milano, Faenza, Roma, Prato, Vicenza e Napoli. Ciascuna filiale distribuisce prodotti in stock per una pronta consegna in tutta in Italia e offre un sistema di e-commerce con verifica degli ordini e una tracciabilità molto puntuale on line. Un team di oltre sessanta persone garantisce la cura del cliente a 360 gradi per tutti i brand rappresentati.

Soffermiamoci sulla Divisione Security: quali soluzioni offre?
Soluzioni “globali”, che spaziano dalla videosorveglianza evoluta ai sistemi antintrusione, passando per l’antincendio, i sistemi di audio-comunicazione e l’accessoristica, proponendo brand di primaria importanza tra i quali Arteco IVS, Samsung Techwin, Bosch, Milestone Honeywell Arecont, Apice Zenitel. L’ultima novità? Il 2013 si è aperto con l'ufficializzazione di due importanti distribuzioni ufficiali, ovvero Honeywell e Milestone.

Come supportate i vostri clienti?
Abbiamo una forza vendita dedicata e capillare sul territorio, un magazzino con prodotti a stock e un supporto tecnico molto preparato e formato. Ma la differenza, rispetto alla concorrenza, la facciamo “andando a braccetto” con i vendor rappresentati, con massima trasparenza dell’offerta, e con la nostra anagrafica clienti. Una vera e propria sinergia, dunque, e non la semplice distribuzione di “scatole” e il classico rapporto fornitore/cliente. Questo il nostro cliente lo apprezza molto. Trasparenza, servizi pre e post vendita ad alto valore aggiunto, supporto marketing e commerciale, assistenza progettuale, formazione, tutoring - oltre, naturalmente, a un portafoglio prodotti sempre allo stato dell'arte - sono i fattori che hanno determinato la nostra rapida crescita. Un segnale positivo in netta controtendenza rispetto all'andamento generale del comparto.

Distribuzione: qual è il vostro modello di business?
I nostri clienti - circa 3.000 in tutta Italia - sanno di poter contare su un distributore a valore aggiunto affidabile e competitivo, in grado di fornire un ampio pacchetto di soluzioni di business e di garantire expertise. In sintesi, quel valore aggiunto che solo può fare la differenza in un mercato sempre più complesso e competitivo. Non siamo un box mover. Né mai lo saremo.

Dei numerosi e prestigiosi brand distribuiti, dal 1° gennaio scorso, è entrata a fare parte Milestone…
Se il 2012 per Compass Distribution è stato l'anno dello start up, il 2013 sarà l'anno del consolidamento e della crescita. Il mercato continua a premiare competenza e qualità, competitività e versatilità, per cui siamo certi di poter incrementare il nostro market share, anche grazie agli investimenti che continueremo a fare per aumentare la visibilità della nostra azienda e dei brand che rappresentiamo Il dinamismo della società si è potuto vedere già nei primi giorni dell'anno, quando sono state annunciate tre nuove importanti partnership a distanza di meno di una settimana l'una dall'altra. La prima riguarda, appunto, Milestone Systems, società danese specializzata nella progettazione e realizzazione di soluzioni software di video management, promotore delle soluzioni IP open e interconnesse. In questo caso, abbiamo sposato appieno il concetto di apertura, introducendo nel nostro portafoglio la piattaforma aperta di Milestone XProtect. Anche questa operazione rientra nella strategia di ampliare costantemente l'offerta, al fine di venire incontro a qualsiasi tipo di esigenza, sia di tipo business che consumer.

Qualche anticipazione su eventuali prossime partnership?
Il 2013 sarà l'anno dell'affermazione delle nuove partnership, a partire da quelle strette con Arecont, Honeywell e Milstone. Ci concentreremo molto nel “fare bene” e nel raggiungere gli obiettivi che abbiamo condiviso insieme. E dobbiamo certamente dimostrare la giusta attenzione e il giusto impegno a chi ci ha dato fiducia e ha investito su di noi. Dimostrazione di questo, è data anche dall'introduzione, nel nostro organico, di altri due professionisti del settore - Giovanni Ferlin, key account in Triveneto, e Domenico Guzzetta, account manager in Sicilia - e dal progetto di sviluppo di centri di assistenza tecnica locali a supporto del post vendita. E' possibile che le prossime partnership possano essere… ma perché svelare alla concorrenza tutte le nostre strategie? Ci vuole anche un po' di suspence!

Pubblica i tuoi commenti