Selesta Ingegneria: in azienda si accede con lo smartphone

Selesta Ingegneria, in collaborazione con Telecom Italia, integra nei propri terminali di rilevazione presenze e controllo accessi la tecnologia NFC.


Utilizzare un telefono di nuova generazione per l’accesso in azienda e la registrazione delle presenze: Selesta Ingegneria, in collaborazione con Telecom Italia, ha sperimentato con successo l’integrazione della tecnologia NFC (Near Field Communication), applicandola ai propri terminali provvisti di lettori RFID.
Il telefono NFC, dotato di una SIM fornita da Telecom Italia, viene utilizzato - anche se spento - per l’identificazione in azienda, al pari di una normale tessera RFID.

Il numero identificativo dell’utente viene caricato nel “secure element” della SIM card, con la possibilità di modificarne il contenuto sia localmente, tramite un codificatore di carte RFID, sia da remoto attraverso messaggi di configurazione inviati utilizzando i servizi messi a disposizione da Telecom Italia.
Il tutto operando sempre in condizioni di sicurezza ottimali. In questa modalità, è infatti possibile disattivare immediatamente ogni funzionalità di accesso in azienda, riducendo al minimo la possibilità di utilizzo abusivo in caso di smarrimento o furto dell’apparecchio telefonico tramite la funzionalità di gestione remota della SIM stessa.

La tecnologia NFC è potenzialmente applicabile all’intera linea dei prodotti di Selesta Ingegneria, comprese le serrature elettroniche Netlocks che Selesta sta proponendo sul mercato italiano in collaborazione con la società spagnola SALTO Systems.
Le funzionalità di accesso sono compatibili con tutte le altre messe a disposizione dalla piattaforma NFC - nei limiti della memoria disponibile - per applicazioni di pagamento, addebiti a scalare, abbonamenti a mezzi di trasporto ecc., che avranno potenzialmente una grande diffusione nel prossimo futuro.

Pubblica i tuoi commenti