SafePay di Gunnebo: progetto pilota per il Gruppo Carelli

SafePay – sistema di Cash Management a ciclo chiuso che permette al cliente di eseguire da solo il pagamento in denaro – verrà installato a breve nei punti cassa del negozio Primo Prezzo del Gruppo Carelli, a Ruvo di Puglia.

Il Gruppo Carelli - che ha recentemente festeggiato i 25 anni di attività - è una realtà di tutto rispetto nella distribuzione food & grocery in Puglia: nato come azienda familiare, si è sviluppato fino a diventare un'azienda con 300 dipendenti, 26 supermercati e previsioni di nuove aperture.
Politiche commerciali corrett,e unite alla scelta di collaboratori validi, hanno portato la società a ad essere un punto di riferimento per acquisti di qualità a prezzi contenuti.
Le insegne del gruppo - Negozi OK e Primo Prezzo - sono una sicurezza per i clienti del Barese, e non solo.
Un percorso di crescita per un'impresa implica lungimiranza e capacità di scegliere correttamente gli investimenti, caratteristiche che non mancano certo al Gruppo Carelli: ogni opportunità di evoluzione e miglioramento è valutata e se possibile colta al volo.
È grazie a questo spirito che un evento che avrebbe potuto essere senza conseguenze - un acquisto presso un negozio Leroy Merlin - si è trasformato in un progetto ricco di potenzialità.
Nel negozio era stato da poco stato installato SafePay di Gunnebo, sistema di Cash Management a ciclo chiuso, che permette al cliente di eseguire da solo il pagamento in denaro, liberando il personale di cassa da compiti ripetitivi e faticosi; eliminando ogni possibilità di errore nel conteggio dei resti e rendendo l'operazione più facile e sicura.
Un sistema così innovativo naturalmente ha destato curiosità e attenzione da parte del Gruppo Carelli, che ha preso contatto con Gunnebo per saperne di più.
Così Roberto Licinio, Business Development Manager per il sistema SafePay, ha incontrato l'Amministratore Delegato dell'azienda Mino Carelli e il coordinatore amministrativo Giuseppe Mena; insieme hanno studiato la possibilità e creato il progetto pilota che integrerà a breve il sistema SafePay in tutti e cinque i punti cassa del negozio Primo Prezzo di Ruvo di Puglia.
SafePay porta vantaggi veramente notevoli rispetto ai punti cassa tradizionali: elimina i resti sbagliati come pure le differenze di cassa, identifica con straordinaria affidabilità il falso (certificazione Banca Centrale Europea,) inoltre consente al personale di cassa di fornire un miglior servizio ai clienti.
Nella configurazione a ciclo chiuso, il versamento immediato dell'incasso rende totalmente inaccessibile il contante. Privando i malintenzionati dell'oggetto del loro desiderio, si azzera il rischio di furti e rapine.
Il software di back office, SPC, fornito a corredo del sistema SafePay e che affianca quanto già presente, permette di gestire in remoto tutte le attività amministrative che implicano la gestione manuale del contante effettuate nel punto vendita.
SafePay è anche veloce nel rendere il resto esatto al cliente; azzera i tempi di calcolo del fondo cassa e riduce quello necessario per l'avvicendamento al cambio turno e tanto altro da assicurare il ritorno sull'investimento in tempi incredibilmente rapidi.
Il progetto pilota, da prassi consolidata per le soluzioni proposte da Gunnebo, è studiato con una costante collaborazione fra cliente e azienda.
Gunnebo ha imparato a conoscere da vicino il modo in cui si opera all'interno del negozio e ha potuto creare una soluzione che si adattasse a pennello ai meccanismi operativi dell'azienda.
La consulenza di Gunnebo non si limita alla mera installazione dei sistemi SafePay, ma segue e supporta il cliente all'ottimizzazione dei processi interni al negozio e all'organizzazione del lavoro; tutte ottimizzazioni volte a recuperare la produttività del personale senza ridurre l'occupazione ed aggiungere stress ai dipendenti, che sono invece liberati da attività stressanti.

SafePay di seconda generazione

Nel negozio pilota del Gruppo Carelli verranno installati SafePay di seconda generazione: ulteriormente migliorati dal punto di vista ergonomico, sono disponibili con display ribassato per consentire, ad esempio, agli utenti in sedia a rotelle di svolgere la transazione di acquisto osservandone le diverse fasi.
Ma l'aspetto più interessante dei nuovi SafePay è la rivoluzionaria procedura di manutenzione, che è stata resa ancora più semplice e immediata.
Non che il sistema SafePay richieda grosse manutenzioni - è affidabile e robusto - ma, nel caso in cui questa necessità si presenti, il sistema è totalmente controllabile da remoto: l'operatore può quindi prendere contatto con il centro di manutenzione Gunnebo per procedere a una rapida risoluzione del problema.
All'Help-Desk SafePay rispondono operatori con la stessa preparazione di chi ha eseguito l'installazione.
Conoscendo a fondo il sistema, sono in grado di guidare l'operatore, un semplice passo alla volta, per eliminare piccoli guasti senza il fermo macchina e con costi di manutenzione praticamente azzerati.
L'efficienza dell'Help-Desk SafePay è tale che anche un addetto cassa neoassunto è in grado di risolvere piccoli imprevisti. Questo è fondamentale in un settore dove l'elevato turnover del personale porta frequentemente ad avere a che fare con persone per le quali il sistema SafePay è del tutto sconosciuto.
Il funzionamento è talmente semplice e le istruzioni fornite così chiare che la mancanza di esperienza non costituisce un ostacolo rilevante.
Gunnebo è convinta che l'ottimizzazione delle attività di gestione del punto cassa, l'efficienza del servizio di assistenza e un rapporto di partnership con il retailer siano la chiave per fidelizzare il cliente finale, l'acquirente.
In quest'ottica, Gunnebo lavora a stretto contatto con tutti i suoi clienti, raccogliendo feedback e suggerimenti atti a migliorare la soluzione SafePay.

Per l'integrazione della soluzione SafePay nel punto vendita del gruppo Carelli, Gunnebo ha collaborato strettamente con il produttore Intrac, azienda del gruppo Arneg, una garanzia per chi deve allestire un negozio consentendo di non perdere nemmeno un centimetro quadrato del suo spazio vendita e contenendo quindi le apparecchiature nei preesistenti volumi.
Questa collaborazione permetterà al gruppo Carelli di dotarsi di soluzioni complete, chiavi in mano e allo stesso tempo personalizzate per le proprie esigenze.
SafePay è un sistema sofisticato, ma non è il tipo di investimento in alta tecnologia che solo multinazionali con magazzini enormi possono permettersi.
I negozi del gruppo Carelli, punti vendita di prossimità di medie dimensioni - dai 450 ai 1.000 metri quadri di superficie espositiva - possono utilizzare con profitto questa soluzione del tutto modulare e che permette di recuperare l'investimento effettuato con rapidità.

Pubblica i tuoi commenti