La Fondazione Enzo Hruby festeggia i suoi primi cinque anni di attività

Domani 14 giugno, la Fondazione Enzo Hruby festeggia i suoi primi cinque anni di attività con un cocktail nella Sala delle Colonne del Grande Museo del Duomo di Milano e, a seguire, con un concerto esclusivo sulle Terrazze del Duomo.


La Fondazione Enzo Hruby - che sostiene gli oneri per la protezione del Museo del Duomo - in questa occasione aderisce alla campagna “Adotta una Guglia”, promossa dalla Veneranda Fabbrica del Duomo per il restauro del monumento simbolo di Milano e dell’Italia intera.

Dal primo intervento, dedicato alla protezione della Biblioteca del Sacro Convento di Assisi, alla messa in sicurezza dell’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, sede della Fondazione Cini; dalla Sacra Sindone, ai locali destinati alla digitalizzazione dell’immenso patrimonio della Biblioteca Apostolica Vaticana.
Tra gli altri progetti, i sistemi di videosorveglianza del Sacro Monte di Varallo, della Basilica Palladiana di Vicenza e della Basilica di San Luca a Bologna, dove la Fondazione interviene anche per la messa in sicurezza della Torre degli Asinelli.
Dalla protezione, a Milano, del Museo del Duomo e dell’Archivio Capitolare della Basilica Ambrosiana, alla messa in sicurezza della Basilica di Santa Maria dei Miracoli ad Andria e della Chiesa dei Girolamini a Napoli, che inaugurano l’attività della Fondazione nel Sud Italia.
Questi sono solo alcuni dei progetti fin qui sostenuti dalla Fondazione Enzo Hruby, che offre un contributo concreto per la protezione del patrimonio storico e artistico italiano, assumendosi gli oneri per la messa in sicurezza di edifici, beni e opere di particolare valore culturale attraverso sistemi antintrusione, di videosorveglianza e antincendio, la cui realizzazione viene affidata alle più qualificate aziende di installazione.

La collaborazione tra pubblico e privato, il rapporto tra protezione e valorizzazione, la tutela del patrimonio ecclesiastico, librario e dei beni UNESCO sono alcuni degli argomenti approfonditi in questi cinque anni nei numerosi convegni, nelle pubblicazioni e nella rivista trimestrale “EHF Sicurezza per la cultura”, organo ufficiale della Fondazione, dove vengono trattati i temi legati alla protezione dei beni culturali e le iniziative sostenute dalla Fondazione Enzo Hruby.
Tra queste va ricordato il Premio H d’oro, il riconoscimento annuale alle migliori realizzazioni di sicurezza, in grado di coniugare il corretto utilizzo delle tecnologie oggi disponibili con la capacità professionale degli installatori, per offrire agli utenti finali la risposta più efficace alle loro necessità di sicurezza.

Abbiamo constatato che nel nostro Paese vi è, per il tema della tutela del patrimonio culturale, una sensibilità maggiore di quello che comunemente si pensa - dichiara Carlo Hruby, Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby - Purtroppo, però, abbiamo anche dovuto prendere atto della carenza di sistemi di sicurezza adeguati alla consistenza e alla capillare diffusione di questo patrimonio sul nostro territorio. Quello che manca è un adeguato livello di conoscenza delle enormi potenzialità che la moderna tecnologia offre oggi per la protezione e per la valorizzazione dei beni culturali.
C’è ancora molto lavoro da fare, ma il grande supporto che abbiamo avuto in questi cinque anni da tanti soggetti ci dimostra che insieme possiamo raggiungere molti altri traguardi per la diffusione della cultura della sicurezza e per la protezione del patrimonio culturale del nostro Paese
”.

Tanti auguri alla Fondazione - da parte della Redazione della Rivista Sicurezza e dell'Editore - per il suo primo traguardo, con l'auspicio di proseguire per molti e molti anni ancora nella sua nobile attività!

Pubblica i tuoi commenti