Grazie a software di integrazione e a interconnessioni create ad hoc, il sistema messo a punto per un magazzino in provincia di Vicenza ha permesso di risolvere i problemi legati ai flussi e ai rischi di un’estesa superficie commerciale.

 

Magazzini Bizzotto, - grande multistore di abbigliamento e arredamento di Rossano Veneto, in provincia di Vicenza - tempo fa ha deciso di sostituire il proprio sistema di videosorveglianza, ormai obsoleto, perché insoddisfatto della qualità delle immagini fornite dalle telecamere installate. In sintesi, le nuove esigenze erano:

 

- l’utilizzo delle telecamere per il monitoraggio del flusso della clientela nei diversi reparti, in modo da migliorare l’organizzazione del lavoro e gestire sempre un adeguato presidio del personale

- l’esigenza di fare confluire i dati e le immagini in una Control Room

- un software su misura per la visualizzazione di mappe grafiche

- la possibilità di gestire il magazzino e di utilizzare l’audio bidirezionale

 

Si è trattato di un’operazione imponente, che ha visto - oltre alla sostituzione del vecchio impianto video - la progettazione e la realizzazione di un complesso sistema di sicurezza a protezione dell’intero sito, che integra molteplici dispositivi in un unico apparato, in grado di dialogare ed essere gestito da una sola postazione centrale.

Il livello di difficoltà dell’operazione è stato elevato, tanto che l’installatore ha dovuto partecipare a corsi di aggiornamento per l’utilizzo delle tecnologie impiegate.

Sono state svolte, inoltre, molte prove pratiche in laboratorio, per poter programmare correttamente il modbus e permettere, quindi, agli ingressi fisici - gli hardware - di interagire con i software per generare avvisi, pop-up e regole.

La fase di preparazione e di “predisposizione del terreno di lavoro” è stata fondamentale e impegnativa: sono stati posati quasi 10.000 metri di cavi e sono state installate nuove canalizzazioni e nuove linee in tubo, per raggiungere tutti i punti da proteggere.

La centrale di allarme è stata collocata in un rack dedicato ed è stata programmata per la gestione di aree distinte in modo diversificato.

Sono state, infine, implementate più modalità differenti per l’inserimento e il disinserimento delle aree:

 

- attraverso pulsanti virtuali in mappa grafica del software, che dialoga in uscita con la centrale

- tramite la tastiera, con il badge

- da remoto, inviando appositi sms

 

La parola al system integrator

Un breve approfondimento con Marco Alberton, Responsabile Tecnico di Gubert System, l’azienda che ha ideato il complesso progetto ed eseguito i lavori di installazione.

 

Quali caratteristiche presentava il sito?

Si tratta di un importante multistore in provincia di Vicenza, la cui posizione geografica a cavallo di tre province - Vicenza, Treviso, Padova - lo rende un trafficato punto di riferimento della zona per quanto riguarda abbigliamento e arredamento di casa e giardino. La gestione del negozio è passata, nei recenti anni, da padre in figlio e la nuova generazione ha compiuto notevoli investimenti nel restyling, portando molta innovazione nei vari reparti.

 

Da quali esigenze ha preso il via il progetto?

Nell’ambito del restyling, i proprietari avevano preso in considerazione anche il rifacimento degli impianti tecnologici, compresi antifurto, videosorveglianza e antincendio. Il negozio disponeva già di tali sistemi, ma l’interesse dei titolari era quello di sostituirli con nuove soluzioni, facendole interagire con tutte le altre tecnologie presenti nel negozio, dall’impianto di illuminazione fino alla gestione dell’impianto idraulico, passando per l’automazione degli accessi. La proposta di Gubert System è stata quella di rendere la videosorveglianza il sistema cardine, con l’uso del VMS Milestone Corporate e, dunque, di fare interagire questa piattaforma sia con il sistema di allarme che con il sistema di antincendio.

 

Quali le difficoltà in fase di realizzazione?

Si è trattato di un’operazione imponente. Non ci siamo limitati a sostituire e a implementare il vecchio impianto, ma abbiamo progettato e realizzato un complesso sistema che integra più sistemi in un unico apparato, in grado di dialogare ed essere gestito da una sola postazione centrale.

 

L'aspetto saliente?

L’elevata tecnologia. Il cliente non ha badato a spese nella scelta delle telecamere, dei dispositivi antifurto e di tutti i sistemi da noi installati, conscio del fatto che il miglior investimento è quello che risulta dispendioso nella fase iniziale, ma duraturo e affidabile per tutti gli anni a venire .

 

Paola Cozzi

Responsabile Rivista SICUREZZA

Pubblica i tuoi commenti