Gli occhi di Canon sull’Antica Roma

La tecnologia della multinazionale giapponese per l’innovativo sistema di videosorveglianza del sito monumentale più celebre al mondo.

Tra i più visitati siti archeologici monumentali del mondo, il Colosseo necessitava di un sistema di videosorveglianza nuovo, completo e puntuale, al fine di tenere sotto controllo movimenti sospetti ed episodi di vandalismo, garantendo al contempo un elevato livello di sicurezza.
Le telecamere analogiche utilizzate precedentemente fornivano immagini a bassa risoluzione, limitando la capacità del personale addetto alla sicurezza di controllare con precisione l’anfiteatro.
La Soprintendenza Archeologica di Roma ha, quindi, avviato un impegnativo progetto per sostituire l’impianto esistente con un nuovo sistema Tvcc che consentisse di controllare l’area da una zona remota, integrato in una rete di trasmissione IP.
Per noi era fondamentale trovare una soluzione che potesse essere facilmente integrata nel sistema video esistente. La soluzione proposta da Canon è stata perfetta. Non solo per la qualità delle immagini e per le prestazioni che le telecamere di rete Canon vantano, ma soprattutto siamo rimasti impressionati dalla loro integrazione nella nostra rete IP attuale” spiega Pietro Meogrossi, direttore tecnico responsabile per il Colosseo alla Soprintendenza Archeologica di Roma.
Partner fondamentale di Canon in questo progetto è stata SN Tecnica, integratore di sistemi locali con una vasta esperienza in impianti Tvcc.
Il progetto - come ha spiegato Sergio Nitti, direttore generale di SN Tecnica - non era semplice, soprattutto per la difficoltà di cablaggio dell’anfiteatro, a causa dei severi limiti posti dalla Soprintendenza a qualsiasi intervento all’interno del sito.
SN Tecnica ha dunque sviluppato un sistema che potesse soddisfare tutte le esigenze di un luogo particolare come il Colosseo.
Rispetto alla precedente infrastruttura di telecamere analogiche fisse - spiega Nitti - le telecamere di rete Canon VB permettono una migliore copertura con un minor numero di dispositivi”.
La loro caratteristica PTZ (Pan/Tilt/Zoom), inoltre, offre una copertura fino a 360° in orizzontale e gli obiettivi Canon garantiscono una chiara visione in condizioni di scarsa illuminazione.
Le immagini, poi, rimangono particolarmente nitide anche in movimento. Anche la nuova piattaforma multimediale ColosseumWeb, promossa per diffondere il valore artistico e culturale del Colosseo, potrà in futuro usufruire delle immagini messe a disposizione da questo nuovo sistema di videosorveglianza, consentendo, ad esempio, una visita virtuale dell’anfiteatro.

Pubblica i tuoi commenti