Che cosa accade nelle nostre città?

Che cosa accade nelle nostre città? Sappiamo come vengono utilizzati i parchi e le aree pubbliche? Si verificano atti vandalici? La nostra città è imbrattata da graffiti? Ci sono aree che possono trarre vantaggio dalla videosorveglianza?

Andrea Sorri
Direttore Sviluppo Aziendale
Axis Communications

Integrando la videosorveglianza di parchi, piazze, strade ed edifici pubblici da una sala di controllo centrale, gli amministratori cittadini possono rispondere a queste domande e adottare programmi per una città sicura e protetta.
Un sistema integrato aiuta più portatori di interesse, offrendo alle figure designate l'accesso a informazioni rilevanti per le loro finalità.
La videosorveglianza così implementata, offre vantaggi sia ai responsabili della sicurezza sia ai cittadini.
Naturalmente, esistono problematiche per ogni tipo di impianto, ma anche soluzioni tecnologiche in grado di risolverle.
Una completa integrazione mediante video di rete centralizzati e interconnessi tra gli impianti della città e quelli delle infrastrutture, è il modo migliore per sfruttare i vantaggi di un sistema video.

Parchi, piazze e parcheggi
Amministrare una città e tutte le attività correlate, dalla sicurezza alla pianificazione, è a dir poco complesso.
Dai parchi alle piazze, dalle strade agli edifici pubblici, possono verificarsi innumerevoli incidenti, come ingorghi in un particolare incrocio, episodi di criminalità e atti vandalici contro i cittadini.
Quando si parla di videosorveglianza, ogni luogo impone una serie di sfide.
I parchi, ad esempio, sono aree generalmente grandi.
Qui, dunque, le apparecchiature di videosorveglianza devono garantire: una copertura ad alta velocità con uno zoom preciso; il controllo dell'area visualizzata e una funzione di autotracking per seguire - se necessario - un oggetto specifico o una persona.
Anche un'illuminazione variabile e la scarsa visibilità - dovuta ad alberi e foglie - possono complicare il riconoscimento dei movimenti.
Una telecamera dotata di tecnologia Lightfinder garantisce un video dettagliato, anche al buio.
È fondamentale che le telecamere in uso siano in grado di puntare un luogo o un obiettivo specifico.
Spesso, gli incidenti si verificano quando nessuno è presente tranne il criminale.
In questo caso, è importante avere il rilevamento audio e il supporto di un microfono.
L'aggiunta di un altoparlante garantisce un effetto deterrente immediato.
Le piazze e i parcheggi tendono a essere spazi molto ampi, in cui possono verificarsi più eventi simultaneamente.
Questo tipo di sistema deve essere in grado di riprendere una panoramica, ma anche di eseguire uno zoom sui dettagli.
Quindi, è importante avere una telecamera con funzioni di rotazione, inclinazione e zoom (PTZ) molto precise, per passare dalla vista complessiva a dettagli specifici.
Anche con ombre e riflessi di luce, lo zoom digitale può riprendere adeguatamente panoramiche e dettagli nell'intero campo visivo.
Inoltre, il monitoraggio di grandi spazi in formato 16:9 con qualità d'immagine HDTV offre un feedback dettagliato su tutte le attività in corso.

Strade e incroci: il cuore
Il cuore della città sono le strade e gli incroci. Se il traffico non è scorrevole, può essere dannoso non solo per i cittadini - che si trovano a percorrere strade congestionate - ma anche per la linfa vitale della città, ovvero gli affari.
La situazione delle strade e del traffico è importante anche per i veicoli di emergenza e influenza la capacità di intervenire il più velocemente possibile, se necessario.
Poter ricevere immagini nitide, è fondamentale per il buon funzionamento della città, ma anche per identificare volti e targhe in casi specifici.
Avere una telecamera PTZ che offra immagini nitide anche di notte o con il maltempo, permette di identificare veicoli e conducenti.
E con preimpostazioni quali la panoramica e lo zoom ottico, le telecamere di sicurezza possono controllare il traffico, riprendendo le auto anche di notte.
Di nuovo, in situazioni come queste è importante avere una panoramica e un'immagine dettagliata, con la capacità di puntare oggetti e persone in modo preciso.
Le Forze di Polizia e i responsabili della sicurezza che si trovano a monitorare le immagini delle telecamere, devono essere in grado di leggere le targhe a grande distanza e avere una messa a fuoco veloce su oggetti in movimento, per tenere sotto controllo le attività in tempo reale e per la revisione dopo gli incidenti.

Gli edifici pubblici
Monitorare edifici pubblici impone difficoltà specifiche. Gli edifici tendono ad avere grandi ingressi, a volte con porte a vetro che possono impedire alla telecamera di ricevere immagini nitide a causa dei riflessi o di una forte retroilluminazione.
Anche per questi grandi spazi, è necessario disporre di telecamere capaci di seguire un oggetto, spostandosi all'interno dei campi visivi in corridoi e saloni.
Gli spazi di questo tipo hanno spesso lunghi corridoi e perimetri, che devono essere protetti individuando gli eventi nel momento stesso in cui accadono.
È necessaria una tecnologia che sorvegli cancelli, porte e aree vulnerabili, puntando in più direzioni e monitorando con precisione il traffico lento o veloce.
Poiché i sistemi di questa categoria necessitano di una sorveglianza discreta, probabilmente occorrerà una soluzione che garantisca un video a colori di buona qualità e sufficiente per l'identificazione, anche quando l'uso di luci bianche non è previsto.
Gli hotel, ad esempio, tendono a non avere luci bianche brillanti, ma necessitano comunque di una soluzione di sorveglianza che fornisca immagini nitide e consenta l'identificazione.

Sentirsi protetti senza sentirsi osservati
Naturalmente, un sistema di videosorveglianza centralizzato e integrato - che controlli la città e tuteli i cittadini - è una grande idea. In teoria.
La difficoltà principale per attuare un piano del genere deriva dai cittadini stessi.
Si tratta della privacy pubblica contro le esigenze di sorveglianza della città, del diritto di sentirsi sicuri e protetti senza sentirsi osservati.
Tuttavia, questo non deve essere un problema. In una città sorvegliata da telecamere di sicurezza, queste devono essere destinate solo ai luoghi pubblici, non alle abitazioni private o alle aziende.
Qualora vi siano aree sensibili, è possibile utilizzare le privacy mask per escludere tali aree dal campo visivo monitorato.
Non è necessario invadere la privacy pubblica per amministrare una città in modo agevole e sicuro.
Un sistema di videosorveglianza cittadino deve essere considerato uno strumento che rende la città più sicura e protetta.
Ad esempio, le telecamere negli spazi comunali quali parchi ed edifici pubblici possono essere una vera e propria estensione delle Forze di Polizia, lavorando a ritmo continuo per aiutarle a reperire le prove ma anche come strumento investigativo in tempo reale.
Con una sala di controllo centralizzata, le telecamere possono dare accesso a immagini nitide non solo agli amministratori cittadini, ma anche agli agenti, il che è particolarmente utile quando le telecamere si trovano in aree dove la Polizia vorrebbe essere presente ma non può.

Telecamere e Polizia
Dunque, le telecamere nei luoghi pubblici consentono alla Polizia di utilizzare meglio le proprie risorse.
Per esempio, se gli agenti sono di pattuglia, possono vedere quanto accade in un parco sul telefono cellulare o sul computer di bordo, per controllare che non ci siano problemi o se è necessaria la loro presenza.
Non occorre che le telecamere funzionino con qualsiasi sistema per il riconoscimento facciale o database preesistente.
Purché le telecamere installate siano in grado di eseguire lo zoom, possono identificare le persone.
In caso di situazioni anomale - come, ad esempio, un episodio di violenza nel parco - la Polizia può esaminare le riprese per capire chi sono i soggetti, dove possono essere andati, come si muovevano e con chi si trovavano.
Se installate correttamente, le telecamere sono un modo per mantenere le città sicure e ben organizzate.
Sono un deterrente ai comportamenti antisociali e uno strumento per le autorità.
Assicurarsi di utilizzare il sistema di sorveglianza corretto è fondamentale per proteggere e amministrare una città con efficienza.
Con un'integrazione completa - dal software per la gestione video ai processi, dal monitoraggio alla manutenzione - tutte queste operazioni possono essere eseguite da un'unica sala di controllo.

Pubblica i tuoi commenti