Canon, focus sull’IP video

Con un’esperienza ottuagenaria nella progettazione di ottiche di precisione, sensori di immagine e processori video, Canon oggi punta a un ruolo da attore protagonista nella videosorveglianza. A tracciare un profilo dell’azienda, Massimiliano Ceravolo, Professional Imaging Director Canon Italia.


Paola Cozzi
Responsabile Rivista Sicurezza

Canon Italia
Canon e la videosorveglianza professionale: come e quando ha inizio tale connubio?

La videosorveglianza rientra nell’offerta Canon da diversi anni, anche se - fino ad oggi - l’azienda si è concentrata maggiormente su core business in forte sviluppo quali la fotografia, il printing e le soluzioni documentali. Ma, da circa un anno, tale tendenza è mutata, giungendo - oggi - a una focalizzazione sul mercato della videosorveglianza professionale, ambito in cui si prevede una forte crescita nei prossimi anni e nel quale Canon intende giocare un ruolo da protagonista, portando prodotti e soluzioni innovative. A testimonianza di questa nuova direzione strategica, troviamo una gamma rinnovata di prodotti e lo sviluppo di un nuovo programma di canale, rivolto, in particolare, ai systems integrators e in grado di fornire soluzioni verticali a valore aggiunto. Soluzioni che possono essere realizzate in partnership con Canon - a partire dalla fase progettuale, per arrivare alla realizzazione e customizzazione, fino al servizio post-vendita - e che devono essere in grado di soddisfare le esigenze specifiche degli utenti finali.

Chi è il vostro cliente?
In questo momento stiamo lavorando su due fronti: il primo è quello delle vendite indirette attraverso un canale specializzato in corso di reclutamento. Il secondo poggia sull’utilizzo del patrimonio di clienti Canon - mutuato da altre tipologie di prodotti - per proporre soluzioni progettuali ad hoc, opportunamente veicolate e assistite.

Parliamo di presenza sul territorio e di strategie commerciali…
In un mercato sempre più globalizzato, la strategia commerciale è stata condivisa centralmente con il nostro Head Quarter e adattata, per alcuni dettagli, alle specifiche esigenze dei paesi di riferimento. La presenza sul territorio è molto importante, così come la competenza di chi offre il servizio di installazione, supporto e service. Per questo motivo, stiamo selezionando attentamente una rete di systems integrators a copertura totale del territorio nazionale, che sia in grado di fornire un know how adeguato, in linea con le esigenze dei mercati verticali a cui ci rivolgiamo.

Come si muove il mercato del network video in questo momento?
Nonostante gli evidenti segnali di crisi, questo mercato è tra quelli che, secondo le fonti di analisi più autorevoli, risulta essere in controtendenza, con previsioni di crescita a due digit nel futuro a medio termine. Il che rientra tra le motivazioni concrete del perché Canon abbia deciso di investire risorse in questo specifico ambito.

Dove spinge la tecnologia?
Se vogliamo riferirci unicamente alle telecamere di rete, la tecnologia in maggiore evoluzione verte essenzialmente su due punti: l’ottica e l’image processing. In questi ambiti specifici, Canon risponde con un’esperienza più che ottuagenaria nella progettazione e realizzazione di ottiche di precisione, oltre che nella realizzazione di sensori di immagine e di processori video, anch’essi derivati dalla pluriennale esperienza dell’azienda nel mondo imaging professionale. Vorrei, poi, sottolineare che Canon progetta, brevetta e realizza in proprio la quasi totalità delle parti componenti una network camera. Non dimentichiamoci, però, che in questo mercato la tecnologia hardware deve essere sempre supportata da soluzioni verticali idonee a soddisfare le esigenze specifiche dell’utenza. Anche su questo fronte, Canon sta lavorando proattivamente, realizzando un’innovativa soluzione di Buisiness Image Analisys che - a breve - verrà annunciata al mercato.

La caratteristica saliente delle telecamere IP Canon?
La qualità ottica e delle immagini, che deriva dai sensori e dai processori di immagini brevettati e realizzati da Canon. A questo aggiungerei una serie di funzioni disponibili a bordo delle telecamere quali lo “Smart Shade Control” - innovativo sistema per la gestione del controluce - diversi algoritmi di analisi (tempering, removed object ecc.) e la compatibilità con lo standard ONVIF, nonché con i sistemi VMS più diffusi sul mercato.

Pubblica i tuoi commenti