Antitaccheggio, arrivano le etichette EP

Dimensioni ridotte e maggiore capacità di rilevamento in un’etichetta ecocompatibile che rivoluziona la protezione alla fonte.

Più piccole e più sottili delle etichette EAS tradizionali, le etichette EP - di Checkpoint Systems - sono adatte a proteggere articoli di dimensioni ridotte e più difficili da preservare - ad esempio i prodotti per la salute e la bellezza - senza intaccare la confezione o la visibilità del marchio.
Grazie alle ridotti dimensioni, è possibile integrare più facilmente le etichette EP nel processo di produzione, favorendo la protezione alla fonte di una più vasta gamma di prodotti.
Perciò, un maggior numero di prodotti arriva nei negozi con le etichette di sicurezza già inserite, riducendo così i costi del lavoro in sede
Le etichette EP sono state testate anche da TUV Rheinland, un’organizzazione globale indipendente che attesta la sicurezza e la qualità di prodotti, sistemi e servizi nuovi o già esistenti.
TUV ha evidenziato che le etichette EP consentono ai sistemi EAS - Electronic Article Surveillance (sorveglianza elettronica degli articoli) - di garantire un miglior rilevamento rispetto alle etichette più grandi che utilizzano la tecnologia standard.
È, poi, importante sottolineare che, nel rispetto dell’iniziativa di Checkpoint per la sostenibilità, volta a ridurre il consumo e lo spreco di energia, il processo di produzione delle etichette EP impiega meno alluminio, meno carta e meno plastica rispetto alle etichette standard. Sostituendo le etichette standard con quelle EP, dunque, i punti vendita possono ridurre lo spreco di materiale fino al 45%.

Pubblica i tuoi commenti