Verona: telecamere Axis per la partenza del Giro d’Italia

Nell’ambito del progetto di collaborazione tra il Comune di Verona e Axis Communications, quest’ultima fornirà alla città telecamere di rete di nuova generazione per ampliare il controllo del traffico e garantire la sicurezza degli spettatori in occasione del passaggio del Giro d’Italia.

Nell’ambito del progetto di collaborazione avviato tre anni fa - e tuttora in essere - tra il
Comune di Verona e Axis Communications, la multinazionale svedese fornirà alla città telecamere di rete di nuova generazione - che si aggiungono a quelle già in uso - per ampliare il controllo del traffico e garantire la
sicurezza degli spettatori in occasione del passaggio, a Verona, del Giro d’Italia.

Grazie alla scalabilità del sistema, il controllo del territorio sarà rafforzato con la presenza
temporanea di tre nuove telecamere con risoluzione video HDTV, posizionate su nodi di
passaggio strategici e collegate in modo da rimandare le immagini sia alla centrale di
controllo del Comune di Verona a uso della Polizia Municipale, sia al sito
veronamobile.it, liberamente consultabile dalla cittadinanza.

Queste installazioni ad hoc, volute dal Comune in vista dell’afflusso straordinario di
persone e veicoli per le strade della città, si collocano all’interno di un progetto più ampio
di videosorveglianza, che da alcuni anni coinvolge il territorio comunale e le telecamere
Axis.
Al momento, infatti, sono 25 le telecamere di rete installate in tre anni nelle aree
sensibili della città per il monitoraggio della viabilità e per la sicurezza dei cittadini.
Entro la
fine dell’anno, il progetto prevede l’implementazione del parco telecamere con venti nuove
installazioni, mentre - allo stesso tempo - verranno sostituiti gli apparecchi più vecchi con
nuovi modelli in grado di fornire una migliore qualità dell'immagine.

Pubblica i tuoi commenti