Terza edizione della norma CEI 79-3 sugli impianti antintrusione

La terza edizione della CEI 79-3 è allineata – per quanto concerne la terminologia e la logica di classificazione dei sistemi antintrusione e antirapina – con la Norma CEI EN 50131-1 e integra alcune sezioni tratte dalla Guida di applicazione CEI CLC/TS 50131-7:2010.

Nell’aggiornamento della Norma è stato introdotto - come alternativa al metodo analitico - un metodo tabellare per la determinazione del livello di prestazione di un impianto.
La progettazione di un impianto di allarme antintrusione e antirapina parte dalla definizione delle aree da proteggere e del livello di prestazione che dovrà essere garantito, per giungere alla scelta dei componenti secondo criteri di funzionalità e prestazioni, coerenti con l’obiettivo di prestazione definito sulla base dell’analisi del rischio e con la classe ambientale caratteristica del luogo di installazione

Lo scopo della Norma CEI 79-3 è quello di descrivere un processo efficace ed efficiente di progettazione, realizzazione, collaudo e manutenzione degli impianti di allarme, in modo che forniscano le prestazioni prescritte riducendo al minimo gli allarmi indesiderati.
I responsabili della progettazione, installazione, collaudo e manutenzione dell'impianto di allarme antintrusione e antirapina (I&HAS) possono contare, dunque, su un quadro completo e coerente tra Norma impianti nazionale e la serie di Norme Europee EN 50131 relative ai sistemi di allarme e ai suoi componenti.

Pubblica i tuoi commenti