Sprinx Technologies, video solution designer per passione

Un passato storico alle spalle, referenze eccellenti, un laboratorio di Ricerca & Sviluppo interno. E’ Sprinx Technologies – Spirit of Research and Innovation, giovane e dinamica realtà con sede a Meda, in provincia di Monza e della Brianza.


Paola Cozzi
Responsabile Rivista Sicurezza

Un gruppo di giovani professionisti accomunati dallo stesso sapere - quello per le tecnologie video - e dall'entusiasmo per il nuovo, per quello che deve ancora venire.
Così si presenta Sprinx Technologies - Spirit of Research and Innovation all'osservatore esterno. Ma chi è davvero Sprinx?
La parola a due dei suoi attori: Paola Clerici e Marco Valenti, rispettivamente General Manager e Sales & Marketing Manager dell'azienda.

Chi è Sprinx Technologies?
Sprinx nasce due anni fa come società di Engineering. Attraverso il proprio laboratorio di Ricerca & Sviluppo SprinxLab, sviluppa software per soluzioni di video management basate su algoritmi di content e behaviour analysis per il monitoraggio di strade, autostrade, tunnel e gallerie, oltre che per applicazioni tipiche della videosorveglianza.

Semplice “fornitore” di soluzioni?
Affatto. Sprinx intende essere un “partner tecnologico” completo per i propri clienti. I servizi che offriamo vanno dalla consulenza alla formazione, dalla progettazione, integrazione, analisi di fattibilità fino al supporto - grazie alla Divisione interna di Customer Service e ai propri Technical Partner certificati - durante le fasi di installazione, attivazione e collaudo. Il cliente, con noi, non è mai solo.

Quale approccio prediligete?
Marco Valenti, Sales & Marketing Manager
Ci poniamo quali pro-integrators. “Esponici il problema. Cercheremo di risolverlo” esprime appieno la nostra filosofia, il
nostro modo di lavorare.

Paola Clerici, General Manager
Per la nostra capacità di “mettere insieme”, di “vestire” una soluzione, ci definiamo “solution designer”. Il punto di partenza è la comprensione della specifica esigenza del nostro interlocutore. Da lì muove, prende corpo, la soluzione ad hoc, costruita “su misura”. Quello a cui puntiamo - e che ci appassiona - è la vera integrazione…

Che cosa è la “vera integrazione”?
L'integrazione orientata al cliente, non al brand.
Integrazione che poggia su una soluzione completamente nostra - dunque su sistemi Sprinx, messi a punto all'interno del nostro laboratorio - oppure su una soluzione data da prodotti di terze parti che, per una serie di fattori, in quel momento rispondono in modo più puntuale alle richieste del cliente. L'abilità sta nell'identificare e selezionare sul mercato i prodotti hardware che, combinati con il nostro software e il nostro know how, consentano di soddisfare appieno i requisiti prestazionali richiesti.

Che cosa vi distingue?
L'apertura. Sviluppiamo software che riteniamo aperti a tutti i mondi. Chi lo desidera, chi ha necessità particolari, sa che qui può trovare una realtà aperta, all'interno della quale fare convivere esigenze diverse, prodotti e tutto quanto serve per “raggiungere il risultato”, ottenere la migliore delle soluzione possibili.

Sprinx Technologies vanta un rapporto privilegiato con il mondo universitario…
In particolare, abbiamo un rapporto diretto col Dipartimento di Informatica dell'Università Bicocca di Milano. Si tratta di una realtà accademica con un'identità particolare, una sorta di “azienda” nell'Università che lavora “per progetti” e sulla quale il nostro laboratorio di Ricerca & Sviluppo può contare ogniqualvolta c'è necessità di risorse in più. Con loro abbiamo realizzato lavori molto interessanti…

Vediamo da vicino alcune soluzioni firmate Sprinx…
Tra i prodotti sviluppati da noi e presenti sul mercato con il brand Sprinx, spicca il sistema ANPR per il riconoscimento automatico delle targhe automobilistiche - nazionali e internazionali e codici Kemler - ideale per il controllo accessi ad aree di parcheggio e per la registrazione di veicoli in transito su strade urbane, extra-urbane e all'ingresso di tunnel. E poi il sistema AID - Automatic Incident Detection - SX Traffic, basato su algoritmi di motion
detection e object tracking, in grado di riconoscere automaticamente situazioni di anomalia nel traffico - coda, incidente, contromano, sosta, fumo, pedone in galleria - e di tradurle in segnalazioni di allarme sulla postazione di controllo e supervisione.

Chi sono in questo momento i vostri partner?
Abbiamo in essere rapporti di collaborazione con diverse aziende del settore video e ICT. Fra queste, Axis Communications; Eyevis, costruttore tedesco specializzato in soluzioni videowall per sale di comando e controllo; Mirasys, tra i leader mondiali nella produzione di software di videosorveglianza IP. E poi l'Università degli studi di Milano Bicocca - Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione - e Delpho Engineering, attiva nel campo dell'installazione e realizzazione di sistemi avanzati di sicurezza, con particolare attenzione al settore video.

Pubblica i tuoi commenti