Scalabile e centralizzabile

Si avvale di ventitré telecamere IP il sistema video installato presso l’Università di Bari.

Fondata nel 1925, l'Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, con oltre 60.000 studenti iscritti a quindici facoltà e centocinquanta corsi di laurea, costituisce il principale ateneo pugliese e uno dei maggiori istituti universitari italiani.
Dotato di più biblioteche e centri di documentazione che aderiscono a numerosi progetti interuniversitari, il complesso scolastico barese è fornito, inoltre, di aule multimediali, public display, infopoint e altri strumenti didattici e telematici di ultima generazione.
Per proteggere tali beni e tutelarsi da furti e atti vandalici, alcuni dipartimenti hanno deciso di servirsi di un sistema di videosorveglianza che monitorasse le zone d'accesso e garantisse l'incolumità degli studenti e del corpo docente.
“La sicurezza degli studenti e del personale universitario - dichiara, infatti, Michele Clarizio, segretario coordinatore della facoltà di Giurisprudenza - è sempre stata una priorità per una struttura che ospita ogni giorno migliaia di persone”.

Scalabilità, centralizzazione, qualità delle immagini
Le esigenze della committenza erano molteplici: il progetto richiedeva in prima istanza un sistema di videosorveglianza facilmente scalabile, che permettesse di integrare il numero delle telecamere più adeguato alle necessità di ogni singolo dipartimento.
Inoltre, era necessario installare telecamere poco impattanti a livello estetico, che richiedessero opere murarie contenute per la stesura dei cavi e che rendessero possibile la centralizzazione degli impianti dei vari dipartimenti, il tutto senza prescindere dall'alta qualità e affidabilità delle immagini.
Dopo un'attenta analisi di mercato è stata scelta la tecnologia IP, che meglio poteva rispondere a tutte queste esigenze: essa consente, infatti, la scalabilità voluta grazie alla possibilità di integrare e ampliare il sistema con nuovi dispositivi messi in rete in qualsiasi momento e con estrema facilità, senza pregiudicarne il funzionamento.
Per la progettazione e la realizzazione degli impianti l'università si è rivolta a Locnet Solutions, system integrator barese, che si è affidato alle soluzioni Axis.
Tra il 2008 e il 2009 sono state installate in totale ventitrè telecamere di rete Axis, di cui diciassette presso la facoltà di Giurisprudenza.
Per garantire un'elevata qualità delle immagini in ogni condizione di luminosità, se non addirittura al buio completo, per le aree più a rischio sono stati scelti i modelli Axis 221 e Axis 225FD con fari a led infarosso.
È stata, inoltre, installata una telecamera Axis 223 M con risoluzione di due megapixel per assicurare il monitoraggio continuo giorno e notte, con un elevato dettaglio delle immagini e un'ampia zona di ripresa.
“Con una sola telecamera - commenta Antonio Caragnano, amministratore unico di Locnet Solutions - siamo riusciti a controllare una zona che avrebbe richiesto la presenza di quattro telecamere tradizionali”.
Inoltre, l'installazione di un server Axis 291 1U con relativi video encoder Axis 241Q Blade ha permesso di integrare nell'impianto alcune telecamere analogiche già presenti.
La gestione e la registrazione delle immagini sono state affidate al software Axis Camera Station, installato su un server dedicato.
I flussi video vengono registrati e archiviati su NAS da due TB: qualora si volessero integrare altri dispositivi nell'impianto, sarà sufficiente affiancare ulteriori NAS, così da garantire lo spazio necessario alle registrazioni.
La gestione contemporanea di flussi video Motion Jpg e Mpeg-4 da parte delle telecamere di rete Axis ha consentito di ottimizzare la qualità delle immagini e l'uso della larghezza di banda, non pregiudicando in alcun modo il funzionamento della rete dati.
La modalità di compressione Mepg-4 part 2 rende possibile la visione delle immagini live con un elevato frame rate e una qualità delle immagini più che soddisfacente.
Il Mjpeg con un limitato frame rate in registrazione garantisce, invece, immagini di elevata qualità, con una contenuta occupazione di spazio su disco.
La possibilità di integrare il sistema con la rete dati già esistente, riducendo al minimo il lavoro strutturale e i costi di installazione, ha permesso, inoltre, di mantenere un'unica infrastruttura di rete, come richiesto; la possibilità di collegare gli impianti installati in più dipartimenti utilizzando la rete Internet ha, infine, consentito facilmente di raggiungere l'obiettivo prefissato di remotizzare e centralizzare il sistema.

Installazione semplice
“Le funzionalità dei prodotti Axis - commenta Caragnano - si sono dimostrate aderenti alle specifiche richieste in fase di studio e di progetto della soluzione.
“L'infrastruttura di rete preesistente ha reso estremamente veloce e semplice l'installazione, abbattendo notevolmente i costi dell'operazione.
“Inoltre, grazie alla presenza di connessioni Internet ad alta velocità e alla capacità dei prodotti Axis di gestire più flussi video contemporanei, è stato possibile installare telecamere anche in dipartimenti ubicati in sedi distaccate”.
La soluzione si è rivelata estremamente soddisfacente e ulteriori dipartimenti si apprestano a installare altre telecamere Axis, grazie all'elevata scalabilità e facilità di integrazione.
“La tecnologia e il supporto offerto da Axis - aggiunge Caragnano - sono stati una componente determinante per la qualità del lavoro svolto: grazie all'ausilio delle API messe a disposizione da Axis abbiamo realizzato un software di visualizzazione multicamera per rendere possibile la visualizzazione anche su PC con sistemi operativi e schede grafiche meno recenti.
“In più, tool come Axis Camera Management e Axis Design Tool si sono rivelati un ottimo ausilio in fase di progettazione, realizzazione e manutenzione dell'impianto”.
“Grazie al sistema video installato - ha concluso Clarizio -, ambienti situati in dipartimenti anche distanti tra loro e considerati sensibili a situazioni di pericolo sono monitorati in modo efficace e discreto.
“In conclusione, la qualità delle immagini offerta dalle telecamere di rete e la semplicità di gestione dell'impianto hanno indubbiamente reso più facile il lavoro svolto dagli addetti al controllo e dal personale di sicurezza”.

Pubblica i tuoi commenti