Rivelatore radio per sistemi perimetrali

 

EEA (presente a Sicurezza presso il pad 5, stand H08 K09) arricchisce la propria offerta con la gamma LAB Line, sensori a doppia tecnologia a basso assorbimento, studiati e prodotti per essere integrati in qualsiasi sistema antintrusione via radio.

 

A Velvet DT Factory LAB Line - l’alter ego wireless del già famoso Velvet DT Factory filare - si affianca ora Velvet DT LAB CUT 3V, che centra l’obiettivo della compattezza e quello della compatibilità con i vari trasmettitori via radio (il fondo plastico del rilevatore permette di alloggiare la quasi totalità dei trasmettitori presenti sul mercato).

Il dispositivo condivide, con il suo corrispettivo via filo, caratteristiche quali efficacia di rilevazione equivalente a rilevatori filari e reiezione ai falsi allarmi, flessibilità installativa e competitività, robustezza e design accattivamente.

Pensato sia per essere inserito tra finestra e imposta, che per essere montato su porticati, balconi, logge, il rivelatore - come tutti i modelli Velvet filari - è compatibile con tutte le staffe dell’omonima linea.

Oltre alle staffe è compatibile all’accessorio PRO-Masck (che si presenta come un guscio di protezione), che lo protegge dalla caduta di acqua e consente, quindi, l’installabilità anche in esterni.

È alimentabile sia a 3 che a 3,6 Volt ed è stato pensato e progettato per essere alimentato direttamente dal trasmettitore al quale verrà accoppiato.

Questa opportunità è garantita dal fatto che l’assorbimento del rivelatore è trascurabile rispetto a quello di qualsiasi trasmettitore via radio.

Infine, grazie alla presenza di un NTC (sonda di temperatura), Velvet DT Factory LAB Line riesce ad “amplificare” la rilevazione quando l’ambiente è vicino ai 37°C del corpo umano e ad “ammortizzarla” (evitando fenomeni di falsi allarmi) quando l’ambiente è, invece, molto lontano dai 37° C (ad esempio, gli ambienti freddi nei mesi invernali).

 

Pubblica i tuoi commenti