Premio H d’Oro: domani la premiazione

L’ottava edizione del Premio H d’Oro si concluderà domani, 11 ottobre, a Firenze, con la premiazione di vincitori e finalisti nella Sala Bianca di Palazzo Pitti.

Una delle novità di questa edizione è la tripartizione della categoria Beni Culturali in tre classi distinte: Beni Culturali Ecclesiastici, Edifici Storici e Beni Culturali Museali.
Questa scelta esprime l’impegno particolare e sempre più specifico della Fondazione Enzo Hruby per la protezione del patrimonio culturale italiano.
Le altre categorie rappresentate sono: Infrastrutture e Servizi, Commercio e Industria, Residenziale e Soluzioni Speciali.

Anche quest’anno non mancherà il Premio Speciale "International Award", che riconosce i migliori sistemi di sicurezza realizzati all’estero da installatori italiani, al quale si affianca il Premio Speciale "Sicurezza su misura"altra novità di questa edizione.

L’introduzione di questo nuovo riconoscimento vuole sottolineare l’importanza del concetto di “sartorialità della sicurezza”, ovvero la capacità di creare soluzioni ad hoc, “cucite su misura” di ciascun contesto e in linea con le specifiche esigenze dei committenti.

Tra le 154 candidature pervenute - tutte di livello qualitativo molto alto - sono state 41 le realizzazioni ammesse alla finale.
I lavori sono stati selezionati da una Giuria autorevole e altamente qualificata presieduta da Enzo Hruby, Presidente della Fondazione Enzo Hruby, e composta quest’anno da Aldo Coronati, Presidente A.I.P.S. - Associazione Installatori Professionali di Sicurezza; Federica Rossi Gasparrini, Presidente Nazionale Obiettivo Famiglia Federcasalinghe; Cristina Timò, Direttore Tecnico CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano; Pierluigi Vercesi, Direttore di “Sette”, il settimanale del Corriere della Sera.

La cerimonia di premiazione avverrà a Palazzo Pitti nel corso del Convegno “L’occhio sull’arte. Il patrimonio culturale italiano tra protezione e valorizzazione”, che si propone di analizzare e approfondire le tematiche della sicurezza e della valorizzazione dei beni culturali e, in modo particolare, come oggi sia possibile, grazie alle più moderne tecnologie, fare convivere e dialogare queste due esigenze solo in apparenza contrapposte.

Dopo il saluto di Carlo Hruby, interverranno a portare il loro contributo Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani; Anna Maria Buzzi, Direttore Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale del MiBAC; Cristina Acidini, Soprintendente del Polo Museale Fiorentino. Modererà l’incontro Armando Torno, giornalista del “Corriere della Sera”.

Le aziende finaliste

Beni Culturali Ecclesiastici
ITALSICUREZZA
ECNOIMPIANTI PIZZOLORUSSO
THEMEI AUTOMAZIONE

Beni Culturali Museali
SERET ART IN TECHNOLOGY
ULTRASONIC ITALIA

Edifici Storici
CENTRO SISTEMI ANTIFURTO
GUBERT SYSTEM

Infrastrutture e Servizi
ALLARM SUD
ASSEX IMPIANTI
CENTRO DELLA SICUREZZA
DAB SISTEMI INTEGRATI
EMMEDUE IMPIANTI
ESAPRO
G&G ELECTRIC
OPERALTECNICA
SECCHIAROLI ELETTRONICA
SERVICE RED

Commercio e Industria
ALLARM SUD
DIGITALARM
ENRICO DE BERNARDI
ITALSICUREZZA
TECNOSICUREZZA

Residenziale
BLONDEL
CIEMME ELECTRONIC
C.S.G. SISTEMI
GRUPPO PASTORELLO
IPS IMPIANTI
IPS IMPIANTI MANTOVA
LLA SISTEMI DI SICUREZZA
NEXT DOMUS
R.P. ALARM
SECUR SYSTEM
TE.SI.S.
ZOIS ELETTRONICA

Soluzioni speciali
LIFE 3
PROTEKTA
SOAN
TE.SI.S.

Pubblica i tuoi commenti