Passeggeri protetti da GAP

GPS Standard ha messo a punto un sistema che veglia sull’incolumità dei passeggeri di metrò e ferrovie.

GPS Standard è da tempo coinvolta nel mondo delle tecnologie ortofoniche e ha realizzato sistemi che utilizzano fibre ottiche come sensori lineari.
Nello specifico, l'azienda ha realizzato soluzioni che vanno dalla protezione delle pipeline alla sensibilizzazione di recinzioni perimetrali.
Ha sviluppato, inoltre, un sistema per la rilevazione della presenza di persone in aree pericolose: è questo il caso di GAP, studiato appositamente per l'incolumità dei passeggeri nelle stazioni metropolitane e ferroviarie.
GAP viene utilizzato all'interno di stazioni dove, per la sicurezza dei viaggiatori, è necessario che questi non oltrepassino quella che viene comunemente chiamata “linea gialla”, in particolare quando sono in arrivo o in transito treni.
GAP è formata da una fibra sensore, inserita in un apposito tappeto sensibile - posizionata in corrispondenza della linea gialla o dell'area vietata al calpestamento - e da un'unità di controllo.
Quest'ultima, posizionata in sala controllo, è collegata al sensore vero e proprio.
La fibra sensore è installata a serpentina, più o meno ampia a seconda delle dimensioni dell'area che si vuole rendere sensibile, affogata nel tappeto in gomma che normalmente ricopre le stazioni metropolitane e ferroviarie.
Il sistema è in grado di distinguere la presenza o l'intrusione di persone nelle aree proibite, qualunque sia il loro peso, sia ferme che in movimento, e di distinguerle da eventuali variazioni/vibrazioni prodotte dal passaggio di un treno.
La rilevazione della persona nella fascia “protetta” attiva in automatico un sistema di ripresa immagini tramite telecamere, per la registrazione dell'evento, e il lancio di un allarme che viene acquisito e gestito dal personale della sicurezza.
Molte sono le possibili soluzioni di sicurezza per i binari ferroviari ma l'utilizzo della fibra ottica inserita nelle fasce di calpestamento a rischio garantisce vantaggi del tutto peculiari.
GAP, infatti, è in grado di proteggere un'area lunga fino a due chilometri, con la possibilità di ampliare a piacimento la fascia sensibile.
Inoltre, a differenza dei sistemi di videosorveglianza, non è oscurabile, è difficilmente manomettibile e non necessita di manutenzione.

Pubblica i tuoi commenti