Originalità e modernità

Un apparato di videocontrollo e automazione realizzato per un mobilificio comasco. Un progetto scenografico e originale, dotato di caratteristiche innovative.

Risultata finalista nell’edizione 2009 del premio H d’Oro - il concorso annuale che si svolge sotto l’egida della Fondazione Enzo Hruby - per la categoria Automazione e servizi, è la ditta installatrice Blondel di Milano, alla quale si deve un intervento di building automation presso un mobilificio di Pusiano, nel comasco.
L’operazione - conclusasi nel settembre 2008 e che ha richiesto cinque mesi di lavoro e una squadra fissa di tecnici e system integrator, per la corretta installazione e coordinazione di tutti gli elementi in campo - ha riguardato duemila metri quadrati espositivi.
Il sistema è in grado di garantire la supervisione e il controllo completo di tutti gli impianti (elettrico, di videosorveglianza e sicurezza, audio e rete dati) riguardanti sia il funzionamento della struttura “mobilificio” che quello delle singole aree all’interno di esso, in ogni istante, sia da postazioni fisse PC media center che portatili.
Rimane, inoltre, la possibilità di gestire il tutto anche da remoto

Flessibilità e parzializzazione
La progettazione e, a seguito, la realizzazione dell’impianto di building automation è stata sviluppata appositamente per soddisfare le richieste del committente che, viste le dimensioni dell’edificio, desiderava che potessero essere messe in funzione soltanto determinate zone e situazioni, a seconda della necessità.
Per il cliente cui interessano esclusivamente le cucine, ad esempio, verrà azionato solo lo stand “cucine”, senza, per forza, mettere in funzione tutto il complesso.
In questo caso la domotica è risultata essere l’applicazione ideale per sfruttare al meglio l’aspetto energetico/economico di gestione dell’intera struttura, oltre alla possibilità di integrazione con i sistemi di sicurezza.
Non solo: la gestione delle zone, delle aree e degli ambienti mediante l’ausilio di supporti touch portatili garantisce scenari che mettono in risalto ogni singolo showroom, riproducendo simulazioni funzionanti di reali ambienti arredati.
Per quanto riguarda l’aspetto tecnico del progetto, come “scheletro” dell’impianto domotico è stato utilizzato un hardware di tipo Easydom intercomunicante via Bus.
Sono stati installati sistemi di antintrusione e videosorveglianza potenti ed efficaci, ma, al tempo stesso, semplici da gestire in ogni momento e circostanza, con possibilità di inserimenti, disinserimenti parziali, visualizzazioni di telecamere e segnalazione di ogni evento con sms, messaggi vocali, chiamate e-mail.
Il tutto interfacciato tramite software Easydom su Tv con un Pc media center, che, mediante protocollo sviluppato da Easydom, Bentel ed Hesa, permette di interagire su tutti gli impianti tramite un’unica interfaccia intuitiva.
Tutte le funzioni appena descritte sono totalmente gestibili anche sui due Pc Touch screen portatili Samsung Q1, collegati alla rete via Wi-Fi

Impianti integrati
Di seguito gli apparati installati:

Domotico
Impianto elettrico domotico realizzato con moduli distribuiti all’interno del capannone e intercomunicanti tramite Bus proprietario.

Antintrusione
Apparato antintrusione completamente interfacciato su Tv con Pc media center e su due Samsung Q1 touch screen, per la gestione e il controllo di attivazione/disattivazione/parzializzazione di tutte le zone volumetriche realizzate con sensori a doppia tecnologia, zone perimetrali con installazione di contatti magnetici su tutte le finestre, porte e tapparelle dell’edificio, oltre a un’ulteriore copertura perimetrale. In aggiunta sono presenti più sirene interne ed esterne.
In caso di allarme il sistema lancia messaggi istantanei con tipologia di allarme su ogni supervisore.
Un combinatore telefonico standard effettua chiamate vocali e invia sms con la tipologia dell’avvenimento su cellulari, numeri fissi e Forze dell’Ordine.
Il tutto è gestibile dalle tastiere e dai due Samsung Q1, ma è prevista anche la possibilità di gestire l’intero impianto da remoto con cellulari o Pc, quindi dall’esterno e a distanza.

Tvcc
Il sistema di videosorveglianza impiega il registratore Galileo otto ingressi di Hesa. L’impianto si compone, inoltre, di otto telecamere Hesa, completamente interfacciate e gestibili direttamente su tutti i supervisori in contemporanea grazie a protocolli Hesa Easydom.
Galileo provvede alla registrazione ciclica di tutte le telecamere connesse e offre la possibilità di ricevere avvenimenti ormai passati.
Il tutto è visibile su Tv pc media center e sui due supervisori touch screen portatili Samsung Q1 dislocati. Il committente ha la possibilità di un accesso remoto dall’esterno per controllare l’immobile in qualsiasi momento e luogo. L’apparato è in intercomunicazione con l’antifurto e lancia segnalazioni di allarme visivo/sonori per casa e in grado di far partire una serie di chiamate e sms.

Audio
La gestione di multizone audio è stata implementata e viene gestita mediante le macchine che si occupano della supervisione, ovvero Pc media center e touch screen portatile Samsung Q1.
La distribuzione sonora sfrutta come fonte il catalogo multimediale all’interno del Pc media center.

Reti dati
È stata installata una rete dati Wi-Fi Cisco per l’interconnessione di tutti i dispositivi utilizzatori.
Facile gestione
Sicuramente la peculiarità di questo tipo di intervento è la modalità semplice e avanzata di gestire tutta la struttura semplicemente “passeggiando” tra gli stand con un portatile tra le mani.
Un altro elemento originale, che riguarda l’impianto elettrico, è quello di aver distribuito in tutto il complesso pulsantiere dedicate esclusivamente all’azionamento di scenari programmati dall’utente.
Il risultato è la possibilità di godere di postazioni dedicate alla rapida gestione di ambienti, anche molto grandi, con un solo clic.

Pubblica i tuoi commenti