Installazioni videosorveglianza – Marina Punta Verde, un porto sicuro

 

Grazie all’implementazione di un sistema di videosorveglianza di nuova generazione, la società di Lignano Sabbiadoro (Udine) ha potuto garantire la sicurezza di strutture e imbarcazioni nonostante le recenti disastrose condizioni atmosferiche

Alla fine dello scorso mese di ottobre, un’ondata di maltempo con pochi precedenti in passato si è abbattuta pesantemente su tutta Italia. I danni sono stati ingenti e ancora si sta lavorando alacremente per riportare alla normalità la vita delle comunità locali, tenendo conto che, tutt’oggi, non si può parlare di vera tregua meteorologica, perché piogge, neve e raffiche di vento non mancano. Ma è nell’estremo Nordest che, proprio in questo frangente, abbiamo trovato una case history d’eccezione che pone l’accento sul fattore prevenzione con il prezioso contributo di avanzati sistemi di videosorveglianza.

Emergenza meteo e videosorveglianza

Siamo a Marina Punta Verde di Lignano Sabbiadoro (in provincia di Udine), un complesso nautico e turistico che sorge in una delle ultime anse del fiume Tagliamento, prima che questo si getti nel mar Adriatico. Anche qui le alluvioni, le piene al limite dell’esondazione e quella che da più parti è stata definita come la “peggiore situazione meteorologica degli ultimi 30 anni” avrebbero potuto arrecare danni enormi a immobili e imbarcazioni. Ma la gestione lungimirante e attenta da parte dei responsabili della struttura ha permesso che il bilancio di alte maree e di venti a oltre 100 chilometri all’ora non assumesse una connotazione negativa per la marina. «La situazione di emergenza ambientale appena trascorsa - ha commentato Manuel Rodeano, direttore e procuratore di Marina Punta Verde - ci ha fatto apprezzare ulteriormente il sistema di videosorveglianza Mobotix, recentemente installato. L’obiettivo iniziale era garantire la sicurezza di cose e persone all’interno dell’area portuale della marina; nel momento in cui ci siamo trovati ad affrontare l’emergenza degli ultimi tempi, ci siamo resi conto che questa tecnologia assolve autonomamente a molti altri compiti. Grazie alle telecamere siamo stati infatti in grado di tenere sotto controllo la situazione meteo e di intervenire in tempo reale in caso di pericolo per le imbarcazioni o per le strutture».

Accesso riservato

Questo contenuto è riservato agli abbonati alla rivista.

Se sei abbonato, fai per visualizzare il contenuto, altrimenti abbonati

Sei abbonato a Sicurezza ma non hai mai effettuato l’accesso al sito?
Registrandoti qui con la stessa e-mail utilizzata per la sottoscrizione del tuo abbonamento, entro 24 ore verrai abilitato automaticamente alla consultazione di tutti i contenuti riservati agli abbonati.

Per qualsiasi problema scrivi a abbonamenti@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome