Gas naturale al peperoncino contro gli intrusi

In alternativa ai classici nebbiogeni, Duevi propone Peperosso, soluzione basata sulla nebulizzazione di un gas naturale al peperoncino che satura in pochi secondi un’area fino a 100 metri quadri e obbliga l’intruso ad abbandonare immediatamente la zona protetta.

La “spaccata” - o furto-lampo - è oggi una delle tecniche più diffuse da parte dei malintenzionati, grazie alla quale questi ultimi operano in gruppo, in pochi minuti, anche in presenza di un sistema di allarme.
Sanno bene che il suono di una sirena non verrà preso in seria considerazione, che la vigilanza o i proprietari avranno tempi di reazione lunghi e che per le telecamere è sufficiente un passamontagna.

La soluzione proposta da Duevi si chiama Peperosso: si tratta di una semplice quanto efficace alternativa ai nebbiogeni, basata sulla nebulizzazione di un gas naturale al peperoncino che satura in pochi secondi un'area fino a 100 metri quadri e obbliga l'intruso ad abbandonare immediatamente la zona protetta.

La sostanza gassosa, spruzzata dalle tre bombolette interne sostituibili, provoca immediata irritazione delle mucose di bocca, naso e occhi, forte tosse e lacrimazione.
Il gas al peperoncino - il cui utilizzo e libera vendita sono stati regolamentati da apposito D.L. n. 103 del 12 maggio 2011 - è composto di una sostanza del tutto naturale, che non provoca alcun danno o shock anafilattico.
Peperosso si collega via filo a qualsiasi sistema di allarme, installato come fosse una sirena da interno.
L'erogazione avviene con la concomitanza di tre ingressi filari: centrale inserita, centrale in allarme e rilevazione locale da parte di un sensore.

Elegante e robusto, economico, poco invasivo, semplice da installare, dispone di una batteria tampone ricaricabile, in grado di mantenere il sistema attivo e funzionante per circa 24 ore anche in assenza di alimentazione esterna.

Pubblica i tuoi commenti