Body guard elettronico per opere d’arte e oggetti di valore

Dias presenta Gpower GS250 Paradox, il primo sensore che “si muove” insieme agli oggetti di valore da proteggere, in grado di captare anche il minimo spostamento.

Applicato direttamente
sull’oggetto - e autonomo quanto a funzionamento, poiché
senza fili - grazie alla sua tecnologia ad accelerometro (la stessa dei nuovissimi smartphone) avverte qualsiasi movimento e oscillazione vengano impressi all’opera d’arte o all’oggetto.
E in
base alla regolazione della sua sensibilità - anche per movimenti da 1 solo secondo - scatta
immediatamente segnalando alla centrale il tentativo di furto.
Un vero e proprio "body guard"
per protezioni di singoli quadri o di qualsiasi oggetto, che agisce nel momento stesso in
cui questi vengono spostati anche impercettibilmente.
Gpower GS250 è un body guard
molto discreto, praticamente invisibile perché può essere agevolmente nascosto.
In costante
contatto radio con la centrale che ne supervisiona il corretto funzionamento evitando i falsi
allarmi, può funzionare con qualsiasi bene da proteggere, compresi apparecchi elettronici,
climatizzatori e pannelli fotovoltaici e solari, sempre più a rischio di furto.
E come ogni
body guard che si rispetti, anche Gpower GS 250 presenta un alto grado di autodifesa,
poiché ha una protezione antimanomissione contro l’apertura del coperchio e
contro la rimozione dall’oggetto sul quale è applicato.
La regolazione della sua sensibilità
prevede due modalità: alta sicurezza, con reazione a movimenti brevi da 1 a 3 secondi;
sicurezza standard per spostamenti da 3 a 5 secondi.

Pubblica i tuoi commenti