ANTINCENDIO – Presso la Stazione Centrale di Zurigo è stato installato un impianto antincendio che consente rivelazione capillare, spegnimento immediato e gestione integrata di tutto il sistema grazie alla rete in fibra ottica.

 

 

Situata nel cuore di Zurigo, la Stazione Centrale, insieme al centro ShopVille, è tra i luoghi più frequentati di tutta la Svizzera ed è, inoltre, uno dei centri commerciali più conosciuti.

Più di 130 negozi e attività di servizi, oltre 50 ristoranti e take-away disposti su circa 17.000 metri quadrati invitano a fare shopping per 365 giorni l’anno.

In un luogo simile, la sicurezza è fondamentale e tiene conto della protezione delle persone, dei beni commerciali, del materiale rotabile e delle strutture.

In materia di sistemi antincendio moderni, le Ferrovie Federali Svizzere si sono affidate all’esperienza di Tyco Integrated Fire & Security, che installato presso la stazione venti moderni impianti antincendio di tipo Zettler Expert MX 4000, con pannelli di controllo remoto e alimentatori esterni indirizzati.

Al sistema sono collegati 5.776 rivelatori antincendio e 490 pulsanti di allarme manuale per la rivelazione tempestiva di focolai in aree predefinite della stazione.

Il sistema è scalabile, per tenere conto di futuri ampliamenti, ed è composto da una centrale intelligente dotata di interfacce per il collegamento in rete con altre centrali, con sistemi di livello superiore e con una postazione di manutenzione remota.

I dati di misurazione dei sensori sono analizzati ed elaborati in modo centralizzato, così da filtrare le anomalie e permettere ai rivelatori Zettler di ridurre praticamente a zero i falsi allarmi.

Nel caso in cui si verifichi un incendio, i rivelatori fanno scattare l’allarme nel giro di pochissimi secondi e informano così la centrale dei Vigili del Fuoco collegata.

Insieme ai rivelatori antincendio con sensori per la rivelazione di fumo e calore, tutti gli spazi della stazione centrale di Zurigo sono monitorati e protetti da sprinkler controllati da quindici centrali.

Se un singolo sprinkler attiva un allarme a causa di un innalzamento specifico della temperatura, le centrali di controllo verificano e inoltrano l’allarme alla centrale antincendio.

A causa delle particolarità architettoniche dello ShopVille, sono stati installati speciali rivelatori ottici di fumo nella zona degli sportelli e dei cortili a lucernario, oltre ai rivelatori lineari di fumo Fireray.

Nell’area della stazione che dà sulla Museumstrasse di Zurigo e nell’ìarea binari dal 41 al 44, circa quattro km di cavi termosensibili in fibra ottica ZX Sensor Laser, a manutenzione zero, garantiscono una rivelazione e una segnalazione di incendio tempestiva.

 

Dialogo tra centrali attraverso una rete in fibra ottica

 

Insieme a Stephan Huwyler, Safety & Security Specialist Tyco Integrated Fire & Security, approfondiamo alcuni aspetti del progetto descritto.

 

Quali caratteristiche architettoniche e strutturali presentano la stazione di Zurigo e il centro commerciale ShopVille?

Entrambi gli edifici sono caratterizzati da un soffitto alto e irregolare, che ha impedito l’installazione dei rivelatori puntiformi comunemente usati. Per questa ragione, abbiamo optato per l’utilizzo di barriere lineari di fumo - Fireray - e fibra ottica - MZX Sensor Laser - particolarmente efficaci nel soddisfare le esigenze tipiche degli ambienti commerciali e industriali.

 

Quali tipologie di dispositivi antincendio sono stati installati?

Abbiamo installato, complessivamente, ventuno centrali Zettler MX4000 Expert, che gestiscono le segnalazioni provenienti da 5.776 rivelatori puntiformi Zettler a tecnologia ottico-termica, 490 pulsanti di allarme Zettler, 8 rivelatori lineari di fumo Fireray, 4,2 Km di cavi in fibra ottica per la rivelazione termica degli incendi Zettler MZX Sensor Laser e circa 250 moduli I/O di controllo del sistema di spegnimento incendi con tecnologia sprinkler.

 

Come dialogano tra loro tali dispositivi?

Tutti i dispositivi dialogano con le rispettive centrali sfruttando un’architettura di sistema indirizzata, tramite loop chiusi. Questo significa che il sistema, in caso di incendio, è in grado di individuare esattamente da quale specifico dispositivo arriva l’allarme. Il protocollo su cui si basa il dialogo tra device - MX Digital - è digitale e per questa ragione garantisce un’elevata velocità di comunicazione, nonché riduzione al minimo dei falsi allarmi anche nelle situazioni più critiche, come, ad esempio, in caso di disturbi provenienti da sorgenti elettriche o di illuminazione di altri impianti.

 

E le centrali?

Le ventuno centrali, a loro volta, dialogano tra loro tramite una rete in fibra ottica, in una logica Master/Slave, dove ogni centrale è un nodo della rete che replica le informazioni provenienti dalle altre centrali. Questa consente, in caso di guasto di una centrale, di far comunicare i dispositivi a essa collegati con una delle altre centrali connesse in rete, garantendo così la ricezione degli eventuali allarmi. Ogni centrale possiede e visualizza tutte le informazioni delle altre venti presenti sulla rete, le quali inviano le proprie informazioni anche a un software di centralizzazione dedicato - Tyco TXG - nella sala di controllo locale. La rete è infine collegata esternamente alla centrale dei Vigili del Fuoco mediante comunicatori telefonici bidirezionali GPRS.

 

Paola Cozzi

Responsabile Rivista SICUREZZA

 

Pubblica i tuoi commenti